Viaggio in Giappone: l’educazione a tavola

 

Una delle caratteristiche del popolo giapponese è l’estrema attenzione alle buone maniere e a un protocollo di comportamenti che spesso ci sembrano lontani anni luce dai nostri. Informarsi e tenere a mente alcune piccole regole vi permetterà di evitare imbarazzanti figure e di mostrarvi giustamente rispettosi della cultura del paese che vi ospita.
Ecco qualche suggerimento utile da seguire durante il pasto.

Mangiare e stare a tavola sono momenti importanti. Usare le bacchette non è sempre facile ma con un po’ di pratica s’impara presto. Ricordatevi di non passare cibo con le vostre bacchette a qualcun altro: questo è, infatti, parte di un rito funebre, quindi non appropriato quando si mangia in un ristorante o si è ospiti di qualcuno.

Se si divide la tavola con altri commensali giapponesi è buona norma prima di iniziare il pasto, pronunciare la parola itadakimasu qualcosa di simile al nostro “buon appetito” e che letteralmente significa riceverò. Alla fine del pasto si dice invece gochiso-sama deshita che significa è stata una vera festa.

E’ considerata maleducazione riempirsi il bicchiere da solo. Occorre riempire quello della persona che vi siede accanto e aspettare che poi vi venga ricambiato il favore, tenendo il bicchiere in alto leggermente fuori dal tavolo. Quando tutti hanno il bicchiere pieno si levano tutti al cielo e si grida kampai che vuol dire evviva!.

Un piatto tipico della cucina giapponese sono i ramen, sorta di tagliatelle poco più strette delle nostre, serviti in una ciotola abbastanza brodosa. A differenza del nostro galateo che prevede un mangiare decisamente silenzioso privo di qualsiasi rumore, in Giappone invece è cosa gradita quello che gli americani chiamano “slurp” cioè il rumore del risucchio. Sembra sia segno di gradimento. Addirittura si dice che per trovare il locale dove si mangiano i migliori ramen bisogna seguire i rumori che si sentono da fuori.

Se siete ospiti di amici giapponesi e vi recate a casa loro, o in qualsiasi luogo che abbia un tatami, ricordatevi all’ingresso di togliere le scarpe e usare le pantofole che vi verranno fornite.

 

Tratto dal sito http://www.voiaganto.it

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...