Snuff bottles, piccole magie in bottiglia

Snuff bottle, Cina fine dinastia Qing, in vetro incamiciato, a fondo verde e.jpg

A prima vista sembrano solo allegri, coloratissimi flaconcini, invece possono scatenare un collezionismo sfrenato e raggiungere quotazioni anche elevate. Ricercate in ogni angolo del mondo da appassionati e antiquari, le snuff bottles vantano origini antiche. Create dai cinesi per fiutare la polvere di tabacco durante la dinastia Qing, nel XVII secolo, queste splendide boccette si diffusero per eludere le severe regole della dinastia imperante che proveniva dalla Manciuria. A quel tempo infatti, fumare il tabacco era illegale, mentre ne erano noti alcuni benefici effetti su modeste patologie. Ecco allora che aspirare piccole dosi di polvere di tabacco divenne improvvisamente un ottimo rimedio per allontanare i dolori, raffreddore e bruciori di stomaco.

AN EMERALD-GREEN AVENTURINE-GLASS SNUFF BOTTLE QING DYNASTY, QIANLONG  EARLY JIAQING.jpg

La diffusione delle snuff bottles, il cui prezioso tappo lavorato includeva un minuscolo cucchiaino in osso per estrarre la dose esatta, si limitò dapprima esclusivamente ai personaggi di più alto lignaggio della corte di Pechino.

Snuff Bottle (Biyanhu) with Reed and Rock, China, middle to late Qing.jpg

In seguito vennero prodotte anche nel resto del Paese per soddisfare una sempre crescente richiesta. Il tabacco restava comunque un prodotto raro, proibito e prezioso: offrire una”presa” agli amici più intimi era segno di complicità e grande favore. Ben presto, grazie a lavorazioni sempre più raffinate e materiali pregiati o semi preziosi, questi flaconcini diventarono autentici oggetti di culto, piccoli capolavori in grado di mettere in risalto lo stato sociale di chi li possedeva.

A banded agate snuff bottle, Official School, probably Imperial, Qing Dynasty, 18th.jpg

A SAPPHIRE-BLUE OVERLAY WHITE GLASS 'SCHOLAR IN BOAT' SNUFF BOTTLE QING DYNASTY.jpg

La loro produzione seguì la parabola della dinastia Qing: nel XVIII secolo raggiunsero la massima raffinatezza per decadere e infine scomparire con la fine del Celeste Impero con l’abdicazione Pu Yi il 12 febbraio 1912. Da quel momento la produzione originale e preziosa terminò bruscamente, mentre i negozi furono invasi da repliche più economiche. Oggi, questi pezzi più semplici hanno comunque un loro mercato, si possono ritrovare da rigattieri o nei negozi di artigianato cinese a prezzi contenuti.

An amber-brown glass Shou Character Snuff bottle. Qing Dynasty, Yongzheng, Qianlong Period  Sotheby's.jpg

A seconda dell’epoca e della lavorazione, possono essere un ottimo punto di partenza per il collezionista neofita, anche se occorre sottolineare che si tratta di esemplari ben differenti da quelli antichi. Nei cataloghi delle case d’asta di Londra, New York e Hong Kong si trovano con una certa regolarità sessioni di vendite dedicate a quest’argomento. La varietà delle snuff bottles è praticamente infinita. A parte l’epoca e le zone di produzione, parametri difficilmente valutabili dai meno esperti, la catalogazione può partire dai materiali utilizzati per realizzarle.

Gourd form glass snuff bottle with very fine red overlay carving of tendrils and melons..jpg

Le più diffuse sono quelle in vetro intagliato, decorato e colorato a imitazione delle pietre preziose, seguite da quelle in porcellana invetriata.

AN ENAMELLED SILVER SNUFF BOTTLE QING DYNASTY.jpg

Più rare, e di conseguenza più care e richieste, sono quelle in giada dalle varie tonalità e trasparenze, in lacca colorata oppure intarsiata, avorio, ambra, tartaruga, corallo, smalto cloisonné o metallo prezioso.

A WHITE JADE SNUFF BOTTLE QING DYNASTY, 1750-1880 of oval section, gently.jpg

A Lavender Jadeite Snuff Bottle Qing Dynasty, 18th  19th Century.jpg

A RARE BLUE-ENAMELLED GILT-COPPER SNUFF BOTTLE - CHINA, QING DYNASTY,.jpg

Le decorazioni, come consuetudine dell’arte cinese, sono strettamente legate alla simbologia ispirata alle innumerevoli fonti delle loro leggende, alla religione e alla filosofia passando dalla storia alla superstizione. Anche gli animali appaiono regolarmente.

Suyun - Seven-colour Overlay Glass Mythical Beasts Snuff Bottle - Late Qing Dynasty.jpg

A parte i dragoni, certamente i soggetti più comuni, sono frequentemente rappresentati il cavallo, simbolo di velocità, forza e salute, l’aggressivo cane di Fo protettore delle tombe, la scimmia allusiva ad abilità e saggezza, il pesce, emblema di beatitudine e armonia, il rospo portafortuna e la lepre che augura longevità. La decorazione più ricorrente è il carattere shou, onnipresente simbolo di felicità e longevità dell’arte cinese.

201312160123800.jpg

Meritano un discorso a parte le decorazioni a intaglio, sia su legno sia su vetro, dei soggetti legati alla religione. A parte alcune divinità, sono molto ricercati i 18 discepoli di Buddha, rappresentati tutti insieme su un unico flacone, o le straordinarie raffigurazioni degli organi interni di Buddha, fegato, cuore, milza o polmoni, debitamente stilizzati.

CHINESE CARVED CORAL SNUFF BOTTLE In the form of a Buddha's head, with stopper,.jpg

Non mancano, poi, i soggetti puramente decorativi, come peonie, fiori di loto, fronde d’albero e bambù. Tutti rigorosamente mini, eseguiti con una tecnica da miniaturista o persino di alta gioielleria.

Snuff Bottle (Biyanhu) with Scrolling Lotus, China, Late Qing dynasty.jpg

Come sempre per gli oggetti da collezione, esiste il pericolo dei falsi, ma proprio perché destinati a stare nel palmo di una mano e quindi a essere usati per anni o addirittura per generazioni, la loro tattilità è inconfondibile ed è motivo di grande gioia per gli appassionati. E’ da questa singolare fusione di sensi (olfatto, vista, tatto) che le piccole grandi snuff bottles sprigionano un fascino singolare che conquista subito chi le prende tra le mani. I collezionisti alle prime armi sono avvisati.

Snuff Bottle (Biyanhu) with Dragon Chasing Pearl in Clouds, China, Late Qing.jpg

Di Giovanna Poletti

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...